Progetto Polestar 0: invito a collaborare per la sostenibilità

Il potere di più punti di vista. La forza della diversità. E la capacità di creare attraverso la collaborazione. È questo che, più di ogni altra cosa, favorisce l'innovazione, che è proprio quello che serve per realizzare la nostra visione di un'auto a impatto climatico zero entro il 2030.

Per realizzare una società completamente sostenibile è necessario collaborare come mai prima d'ora.
Hans Pehrson, Responsabile del progetto Polestar 0

Il nostro ambizioso obiettivo di creare un'auto a impatto climatico zero, soprannominata Progetto Polestar 0, è stato annunciato nell'aprile 2021.

Costruire un'auto a zero emissioni di CO2 equivalente significa che dobbiamo trovare ed eliminare ogni singola emissione di CO2 equivalente collegata alla nostra filiera: dall'estrazione e raffinazione dei materiali, alla produzione, fino al trasporto via terra e via mare, piuttosto che piantare semplicemente alberi per cercare di compensare le emissioni di carbonio. Per raggiungere questo obiettivo, non ci limiteremo a puntare sulla trasparenza totale e su soluzioni non ortodosse in tutta la filiera. Dobbiamo andare al sodo. Dobbiamo collaborare a un livello senza precedenti e sfruttare il potere di punti di vista, formazioni e aree di competenza diversi.

Ecco perché stiamo lanciando un appello alla ricerca e alla collaborazione, invitando chiunque abbia le giuste conoscenze, competenze o intuizioni a unirsi a noi in questo percorso. L'invito è rivolto a ricercatori, università, fornitori, governi, imprenditori, esperti, innovatori, investitori e autorità. 

«Dobbiamo scavare nei problemi globali che devono ancora essere risolti. Sono fiducioso che attraverso la ricerca e la collaborazione possiamo non solo ricreare le grandi innovazioni del passato, creando gli stessi o simili risultati finali senza alcuna emissione di gas serra, ma anche attingere a soluzioni che sono ancora in fase di ideazione», ha affermato Hans Pehrson, responsabile del progetto Polestar 0 ed ex responsabile del reparto Ricerca e sviluppo di Polestar. «Per creare una società completamente sostenibile dobbiamo collaborare come mai prima d'ora. Per questo è necessario un cambio di prospettiva. Noi vogliamo unire le forze con chi è altrettanto determinato a rendere questa visione una realtà». 

Un team designato di Polestar è ora alla ricerca di collaboratori che possano contribuire a sviluppare soluzioni tecniche per eliminare completamente le emissioni di CO2e nell'intera filiera, senza ricorrere alla compensazione.

Per candidarsi alla collaborazione e alla partnership, tutti coloro che desiderano partecipare sono invitati a definire il problema specifico da affrontare, l'ambito di riferimento, la possibile soluzione, chi rappresentano e se è necessario fare ricerche preliminari. Le proposte devono affrontare almeno una delle seguenti aree tematiche: materiali, funzionalità dell'auto o collaborazioni nel processo di filiera per garantire zero emissioni di CO2e.

Ciò che accomunerà i futuri partner è la convinzione che zero equivale davvero a zero, che non ci si debba affidare a soluzioni a basse emissioni di carbonio e che non verranno usati schemi di compensazione fuorvianti. Per segnalare il tuo interesse a collaborare alla ricerca, clicca qui. La candidatura può essere inviata dal 23 febbraio al 23 marzo 2022.    

Diverse importanti realtà, tra cui SSAB, Hydro, ZKW, Autoliv, e ZF, hanno già firmato lettere di intenti per collaborare alla ricerca. 

«Siamo davvero entusiasti di poter presentare una rassegna così forte dei primi partner, che rappresentano settori chiave come l'industria dell'acciaio, dell'alluminio e della mobilità elettrica, in questa sfida senza precedenti. I risultati di questo invito alla ricerca e alla collaborazione non andranno solo a beneficio del progetto Polestar 0, ma contribuiranno anche ad altri aspetti della società», ha affermato Hans Pehrson.

Crediamo che unendo le competenze e riconoscendo il valore dell'interdipendenza, all'interno e all'esterno dell'industria automobilistica, possiamo accelerare il passaggio a un futuro a impatto climatico zero. Raggiungere il nostro obiettivo sarà la prova definitiva del potere di diversi punti di vista.

Argomenti correlati

La fine dell’inizio

Da oggi, 24 giugno, Polestar è quotata al Nasdaq di New York con il ticker PSNY. In questo modo possiamo invitare gli azionisti, e anche i nostri clienti, a unirsi a noi nel viaggio verso performance elettriche più sostenibili. Questa è la conferma che Polestar ormai è cresciuta. Una fine dell’inizio. E l’avvio di qualcosa di più grande.

Non perderti le ultime novità Polestar

Le nostre newsletter sono un concentrato vitaminico di tutte le fantastiche novità Polestar: notizie, eventi, informazioni sui prodotti e altro.

Iscriviti
Polestar © 2022 Tutti i diritti riservati
Cambia località: