Il «Red Dot», il meglio del meglio del design di prodotto

Il 1955 è un anno da ricordare per l'innovazione e il design. È stato il primo anno in cui il rosa è diventato popolare nella moda maschile. Il primo anno in cui è stata sviluppata la tv a banda UHF (ad altra frequenza). Il 1955 è stato testimone anche del primissimo premio Red Dot. Nel 2021, 66 anni dopo, la Polestar 2 ha ricevuto il premio Red Dot, categoria «Best of the Best» (il meglio del meglio) come design di prodotto.

Il design deve osare, come quando traduce nuove tecnologie e trend della società in forme, interfacce, colori e materiali. Non dovrebbe mai osare solo per essere diverso.
Thomas Ingenlath

I produttori e i designer possono partecipare con una loro innovazione al concorso Red Dot, che si tiene annualmente e comprende circa 50 categorie. La giuria, alla ricerca di innovazioni e design di ottimo livello, valuta i prodotti partecipanti e premia con un Red Dot esclusivamente quelli che risultano vincenti per la loro qualità superiore. C'è poi quell'unico prodotto che si trova in cima a tutti. Il meglio del meglio.

 «Il fatto che Polestar abbia guadagnato la propria posizione in un campo forte di partecipanti la dice lunga sull'eccellenza del prodotto» ha dichiarato il Professor Dr. Peter Zec, Fondatore e CEO di Red Dot.

 «Ritengo che abbiano creato un'identità visiva forte per il marchio Polestar. Il nostro ruolo nuovo in ambito automobilistico ci permette di creare un'identità contemporanea non fondata sulla tradizione. L'essenza estetica del nostro brand di 3 valori – ossia pura, performance, progressiva – è già palese nella Polestar 2, e di recente abbiamo condiviso uno scorcio della nostra visione futura della Polestar Precept. Attendo con interesse gli anni a venire” ha commentato il Capo Design di Polestar, Maximilian Missoni.

 La Red Dot Design Week si terrà dal 21 al 25 giugno, con le celebrazioni per questo ambito premio.

 «Il design deve osare, come quando traduce nuove tecnologie e trend della società in forme, interfacce, colori e materiali. Non dovrebbe mai osare solo per essere diverso» ha aggiunto il CEO di Polestar, Thomas Ingenlath.

 Il 1955 è un anno da ricordare per l'innovazione e il design. E con questa vittoria Red Dot, anche il 2021 sarà un anno memorabile.

Argomenti correlati

Een Polestar 2 met racestreep

BST edition 270 FTW: la Polestar 2 orientata alle prestazioni

Le prestazioni sono relative. Per la maggior parte delle persone, correre 100 m in 20 secondi sarebbe un risultato notevole. Per Usain Bolt, invece, sarebbe una delusione. La Polestar 2, con la sua esperienza di guida olistica, intuitiva e altamente ingegnerizzata, è già un veicolo elettrico performante sotto diversi punti di vista. La BST è una versione della Polestar 2 che porta le prestazioni a un livello mai visto prima.

Non perderti le ultime novità Polestar

Le nostre newsletter sono un concentrato vitaminico di tutte le fantastiche novità Polestar: notizie, eventi, informazioni sui prodotti e altro.

Iscriviti
Polestar © 2022 Tutti i diritti riservati
Cambia località: