Interni rinnovati

Il nostro concetto di lusso non ha bisogno della pelle.

Il cuoio è considerato un materiale di alta qualità fin da prima che le vacche cominciassero ad essere allevate. E per troppo tempo, questo sottoprodotto dell'industria carnica (diciamo le cose come stanno) ha occupato il primo posto tra i materiali di rivestimento più prestigiosi. È la tradizione.

Noi non crediamo nella tradizione. E di certo non amiamo le convenzioni, soprattutto nel settore automobilistico. Anzi, siamo arrivati a rompere con tutto questo. Perciò, naturalmente, il nostro approccio nei confronti dei rivestimenti di alta qualità è completamente diverso.

Abbiamo optato per una soluzione totalmente vegana. L'abbiamo resa standard. E l'abbiamo chiamata WeaveTech.

"Il nostro impegno per l'ambiente non si limita alla creazione di un'auto elettrica", spiega Thomas Ingenlath, CEO Polestar. "Abbiamo ideato gli interni della Polestar 2 per incentivare l'industria automobilistica a eliminare i rivestimenti in pelle, offrendo una soluzione alternativa."

WeaveTech è totalmente privo di derivati animali. È un materiale in moderno PVC a base d'acqua (non di solventi), resistente a sporco e umidità, ispirato alle tute da sub. È volutamente diverso dal cuoio, un'autentica reinvenzione dei materiali di alta qualità, con le proprie caratteristiche e identità, rispetto ai classici rivestimenti in similpelle. Il fatto che sia privo di derivati animali ci ha fatto guadagnare un premio PETA. Ma questo non è l'unico aspetto degno di nota di WeaveTech.

La sinergia tra scienziati e designer ha permesso di ridurre la percentuale di ftalati (vedi la barra laterale) di oltre l'1%, rispetto agli standard del settore pari al 35-45%.

Un'analisi dettagliata degli ftalati:

Gli ftalati sono una sostanza che viene aggiunta ai materiali plastici come il PVC per aumentarne la flessibilità, la durata e la longevità. Queste sostanze sono note come plastificanti. Poiché possono essere rilasciati nell'ambiente e alcune varietà possono essere nocive per la salute, quanto più si riducono, meglio è. Infatti, tutti gli ftalati nocivi sono già stati rimossi. Ecco perché l'1% di ftalati contenuto negli interni della Polestar 2 è un vero e proprio traguardo.

L'intera produzione è locale, il che consente la piena tracciabilità e trasparenza per quanto riguarda il rispetto delle norme ambientali e del lavoro. E poiché i fornitori provengono da tutto il mondo, questa produzione locale è garantita indipendentemente dal luogo di fabbricazione delle nostre auto.

La fabbricazione di questo materiale è più semplice e meno dannosa per l'ambiente rispetto al cuoio. Promuove inoltre cicli di vita più lunghi rispetto ai materiali normalmente disponibili sul mercato, il che porta anche a una diminuzione degli stessi processi di produzione.

E a proposito di produzione: la nostra ambizione, non ancora realizzata, è fabbricare tutti i tessuti interamente a partire da bottiglie in PET riciclate.

Garantisce inoltre prestazioni migliori per l'auto, poiché ha un peso di 2-4 kg inferiore rispetto a un altro materiale più tradizionale tipico degli interni (per non fare nomi). WeaveTech, un rivestimento davvero innovativo.

L'innovazione è solo una faccia della medaglia Polestar. L'altra è la cura dei dettagli. WeaveTech è sottoposto a una serie di test, rigorosi come le auto stesse: test chimici severi per garantire il rispetto delle norme ambientali per i prossimi cinque anni, invecchiamento artificiale di 6000 ore, immersione in un ambiente simile all'acqua bollente per quattro settimane e così via. Ogni ciclo di test impiega circa otto settimane, per un totale di circa sei o sette cicli.

I diversi colori vengono esaminati su piani luminosi, per garantire l'aspetto corretto in diverse condizioni.

Ogni test, ogni innovazione servono a garantire che un materiale moderno, durevole e che costituisce un precedente sia privo di residui animali e di qualità pari agli equivalenti materiali più tradizionali.

L'alta qualità ha una nuova definizione. Si chiama WeaveTech.

Argomenti correlati

Image of a black Polestar 2 in front of a grey building.

Tutti a bordo: nasce il Polestar referral program

L'entusiasmo è contagioso. Quando scopri un nuovo hobby, un nuovo ristorante o un nuovo gruppo di cui non puoi più fare a meno, spesso non vedi l'ora di spargere la voce con amici e familiari. Dopotutto, condivisione significa amore. Il percorso verso una maggiore mobilità elettrica è infatti un viaggio di entusiasmo condiviso. E sappiamo che essere al volante di un veicolo elettrico può fare lo stesso effetto. Per questo motivo, abbiamo deciso di lanciare il Polestar referral program.

Non perderti le ultime novità Polestar

Le nostre newsletter sono un concentrato vitaminico di tutte le fantastiche novità Polestar: notizie, eventi, informazioni sui prodotti e altro.

Iscriviti
Polestar © 2022 Tutti i diritti riservati
Cambia località: