Notizie

Polestar e Bcomp

Ogni tanto, la fantascienza diventa realtà.

La fusione di tecnologia e materiali vivi è una vecchia idea fantascientifica. Così come sostituire le parti meccaniche con quelle biologiche. Di tanto in tanto, alcuni elementi della fantascienza non solo sono replicabili nella vita reale, ma sono anche incredibilmente utili. Come i materiali realizzati da Bcomp. 

Con sede nella città svizzera di Friburgo, Bcomp è un "innovatore di materiali compositi di fibre naturali", che realizza materiali sostenibili per diversi utilizzi dal 2011. Ciò che sembra incredibile è che derivano da fibre organiche. Collaboriamo con Bcomp per utilizzare due dei loro innovativi materiali compositi. 

Il primo di questi è ampliTex™, realizzato con fibre di lino intrecciate. Utilizzato per gli interni dell'auto, ad esempio, riduce vibrazioni e peso totale, agendo come uno strato visivo. Le fibre vengono elaborate meccanicamente piuttosto che chimicamente, e lo stesso lino mette a prova il terreno molto meno rispetto ad altre coltivazioni.

Il secondo è powerRibs™, anch'esso derivato dal lino. Si ispira alla struttura delle venature delle foglie, che formano una struttura a 3D sul retro dei pannelli, aumentandone drasticamente la robustezza e la rigidità. Questo consente di realizzare pannelli più sottili di quelli fabbricati con materiali più tradizionali, riducendo sia il peso che la quantità di materiale impiegato. Riduce le vibrazioni di un incredibile 250%. Rispetto a materiali più convenzionali, ha persino una prestazione migliore in caso di collisione.

I materiali rivoluzionari derivati da composti organici si trovavano un tempo solo nella fantascienza, in un futuro molto lontano. Presto si troveranno nelle Polestar.

Argomenti correlati

“From Concept to Car": la docu-serie sulla Polestar Precept

Un rapido sguardo dietro le quinte. E poi un pass per il libero accesso al backstage.

Polestar © 2021 Tutti i diritti riservati
Cambia località: