Polestar 2 BST edition 270


Partendo da un progetto di pura passione, Polestar 2 BST edition 270 incarna lo spirito automobilistico intrecciato con il DNA di Polestar.

Partendo da un progetto di pura passione, Polestar 2 BST edition 270 incarna lo spirito automobilistico intrecciato con il DNA di Polestar.

Torniamo indietro all'anno 2020. L'amministratore delegato di Polestar, Thomas Ingenlath, dà libero sfogo al suo entusiasmo automobilistico e immagina una versione speciale di Polestar 2 che spinga al limite le prestazioni delle auto elettriche. Entusiasti all'idea di trasformare l'idea di Thomas in realtà, i progettisti e gli ingegneri creano un esemplare unico di auto sperimentale soprannominata «The Beast» usando componenti accuratamente selezionati per migliorare la maneggevolezza e l'erogazione della potenza. Con ruote più grandi, carrozzeria in tinta e assetto ribassato, l'auto non passa di certo inosservata. Soprattutto nella zona di Göteborg, dove Thomas Ingenlath la guida quotidianamente.

Organizzato sul maestoso terreno di Goodwood Estate a Chichester, in Inghilterra, il Goodwood Festival of Speed è noto come la più grande celebrazione mondiale degli sport motoristici e della cultura automobilistica. Oltre a essere uno degli eventi preferiti di Polestar, è anche il momento ideale per mostrare ciò di cui il marchio è capace. «Per l'edizione del 2021», spiega Thomas Ingenlath, «ho sfidato i team di progettazione e di ingegneria a giocare con Polestar 2 e a proporre qualcosa che facesse scalpore in modo eccezionale». Il risultato è una Polestar 2 sperimentale, ispirata alla «Bestia», con una potenza combinata di 350 kW (476 CV) dei suoi due motori elettrici.


Guidata dal Chief Chassis Engineer di Polestar Joakim Rydholm, le capacità dell'auto sono state dimostrate gareggiando contro il tempo sulla famosa pista per cronoscalate da 1,77 km di Goodwood. Dotata di freni Akebono, ammortizzatori personalizzati Öhlins regolabili a 3 vie, molle irrigidite, barre dei montanti anteriori e posteriori e un'altezza da terra inferiore di 30 mm, la vettura ha entusiasmato le folle con la sua reattività e la sua maneggevolezza. Se aggiungiamo i paraurti e le minigonne laterali migliorati, i passaruota allargati, le imponenti ruote di una Polestar 1 da 9x21 pollici e gli pneumatici 275/30R21 Pirelli P-Zero Rosso, risulta ancora più evidente perché Polestar 2 sperimentale è stata una delle auto più ammirate del paddock First Glance di Goodwood.

Dire che la comparsa di Polestar 2 sperimentale a Goodwood abbia evocato una risposta positiva sarebbe un eufemismo. Così, è stata presa la decisione di sviluppare una versione di produzione in edizione limitata, aumentando il numero di vetture prodotte pur rimanendo vicini all'esemplare unico iniziale. Sono seguiti molti mesi di meticolosa messa a punto, collaborando con gli specialisti delle sospensioni di Öhlins e i tecnici degli pneumatici di Pirelli per perfezionare le caratteristiche di maneggevolezza. Il risultato è una Polestar 2 BST edition 270, un nome quantomai calzante. La vettura rende omaggio all'auto che ha dato il via a tutto, offrendo grandi prestazioni ispirate alla pista da corsa a 270 conducenti che aspirano a possedere un pezzo di storia automobilistica.

Polestar © 2022 Tutti i diritti riservati - Polestar Automotive Italy S.R.L. - P.IVA. IT 16639841002
Cambia paese: