Polestar 2

Sei pronto?

Il passaggio all'elettrico fa inevitabilmente sorgere alcune domande, che necessitano di una risposta prima di passare alla fase successiva. In questa sezione vengono affrontate le domande principali e fornite utili informazioni sulle auto elettriche.

Il passaggio all'elettrico fa inevitabilmente sorgere alcune domande, che necessitano di una risposta prima di passare alla fase successiva. In questa sezione vengono affrontate le domande principali e fornite utili informazioni sulle auto elettriche.

Veicoli elettrici

Ci sono molti miti e convinzioni errate sui veicoli elettrici (electric vehicles - EV). Ecco alcuni motivi per esserne entusiasti di queste auto elettriche.

Autonomia: Quanta strada posso fare?

Con una carica completa, la Polestar 2 ha un'autonomia prevista di 470 km (secondo i test WLTP* dell'Unione Europea) e/o 233 miglia (secondo i test EPA* degli Stati Uniti). Tuttavia, proprio come per i mezzi di trasporto convenzionali, l'autonomia dipende da molti fattori. Per esempio, il clima all'interno e all'esterno dell'auto fa la differenza: sia il riscaldamento che l'aria condizionata richiedono energia.

Al risultato contribuiscono anche traffico, terreno, condizioni della strada e persino il tipo di pneumatici montati. Inoltre, bisogna considerare lo stile di guida, cioè la velocità con cui si vuole arrivare da A a B. Come tutti i fattori sopra citati, può avere un impatto positivo o negativo sull'autonomia totale.

* WLTP - World Harmonized Light Vehicle Test Procedure.

Ricarica: Con che frequenza?

Effettuare rifornimenti regolari è necessario per tutte le auto, che siano alimentate a batteria oppure no. Una persona in media percorre 33 km al giorno nell'Unione Europea* o 37 miglia negli Stati Uniti*. Se anche tu hai una percorrenza simile, dovrai ricaricare la tua Polestar 2 al massimo una volta a settimana. Ottimo. Ma se la percorrenza aumenta, basterà aumentare la frequenza di ricarica.

* Secondo la FHWA - Federal Highway Administration.

Quanto dura una batteria?

La batteria è progettata per avere la stessa durata di vita dell'auto.

Ricarica: Dove e quanto costa?

Per la maggior parte dei guidatori la soluzione più economica è ricaricare l'auto a casa, a un costo di circa 2,4 centesimi di Euro* al chilometro o 4,3 centesimi di dollaro* al miglio.

Il costi nelle stazioni di ricarica pubbliche dipendono dai prezzi praticati dal fornitore, ma la rete è in continua espansione e vi sono stazioni di ricarica gratuite in molti luoghi funzionali, come per esempio fuori dai centri commerciali.

* Dati svedesi 2019. Il prezzo reale dipende dal contratto con il proprio operatore e/o fornitore di energia elettrica. Questi prezzi subiscono oscillazioni a seconda della zona e sono da intendersi come indicativi, pertanto non sono garantiti.

Ricarica: Quanto tempo richiede?

I tempi di ricarica variano a seconda della carica residua della batteria e del tipo di presa elettrica utilizzata. Se si utilizza una stazione di ricarica a parete (o wallbox) da 11 kW, una carica completa della Polestar 2 da 0 a 100% richiede circa 8-10 ore e può essere effettuata durante la notte.

Tuttavia, se si utilizza una stazione di ricarica rapida i tempi si riducono drasticamente: una ricarica dal 10 all'80% richiede circa mezz'ora.

Abbreviazioni e termini

Il settore delle auto elettriche fa uso di molti nuovi termini e acronimi. Ecco un elenco di quelli più comunemente utilizzati.

Ricarica CA - Normale modalità di ricarica per mezzo di un cavo collegato a una presa elettrica o a un wallbox (fino a 11 kW).

Ricarica CC - Ricarica rapida effettuata presso le stazioni di ricarica pubbliche, spesso disponibili sulle tratte interurbane.

OBC - On Board Charger o caricatore di bordo. Converte la corrente alternata (CA) fornita dalle prese elettriche casalinghe in corrente continua (CC) adatta a ricaricare l'auto.

SOH - State of Health, cioè stato di salute, è un parametro che descrive lo stato di efficienza della batteria dell'auto.

Polestar © 2021 Tutti i diritti riservati
Cambia località: